Melania Rea: anche Salvatore Parolisi in tribunale a Napoli per l’affidamento della piccola Vittoria

Un’udienza ad alta tensione quella di oggi nel Tribunale per i minorenni di Napoli: si sono incontrati per la prima volta dal 20 luglio scorso, data dell’arresto di Salvatore Parolisi, i caporalmaggiore e la famiglia di Melania Rea. Parolisi è arrivato a bordo del furgone blindato della polizia penitenziaria, tradotto dal carcere di Teramo per chiedere di poter vedere la figlioletta che non incontra dal giorno dell’arresto. La Procura presso il Tribunale per i minori ha chiesto che gli venga tolta la patria potestà su Vittoria perché la bimba potrebbe avere assistito all’omicidio di sua madre. A chiedere l’affidamento della bimba i nonni materni, Gennaro e Vittoria Rea, come giá annunciato da tempo. Ma anche Franca Parolisi ha chiesto che le venga affidata la niptna, fatto questo che ha sorpreso i Rea che non si aspettavano a richiesta del genere. Clima gelido in aula, Michele Rea, il fratello della giovane mamma uccisa all’uscita dal Tribunale parlando con i giornalisti ha detto che ha cercato di guardare negli occhi Salvatore ma lui non avrebbe mai alzato lo sguardo.