“Melania Rea uccisa perché si è negata ad un rapporto sessuale”: è scritto nella sentenza d’ergastolo

Melania Rea venne uccisa perché rifiutò di avere un rapporto sessuale nella pineta- è quanto scritto nelle motivazioni della sentenza d’ergastolo per suo marito Salvatore Parolisi. Nel dettaglio Melania avrebbe voluto andare con il marito e con la bimba- che forse si era poi addormentata- nella pineta a vedere i luoghi dove il marito si esercitava. Si fermò a fare la pipì dietro un albero e Salvatore, vedendola nuda e in stato di soggezione rispetto alla moglie- come scrivono i giudici-avrebbe cercato di avere un rapporto sessuale con lei. Melania provò a ribellarsi, a prendere il cellulare dalla tasca ma i pantaloni ancora abbassati non le consentivano troppi movimenti. E Salvatore preso dal raptus l’avrebbe uccisa con il coltello che aveva preso con sé quando aveva indossato i pantaloni mimetici per il freddo. Coltello che molto probabilmente aveva preso per tagliare il cibo della piccola Victoria o per raccogliere qualche ramo per la Pasqua.