Torre del Greco, Nunzio Prosperi, 70 anni, trovato morto dopo una rapina in casa.

Un uomo di 70 anni é stato trovato morto nella sua abitazione in una zona isolata a Torre del Greco dopo una rapina. Dalle prime indagini dei Carabinieri della cittadina in provincia di Napoli é emerso che ieri sera 3 persone travisate avevano fatto irruzione nella casa di una coppia di anziani e avevano aggredito i coniugi Nunzio Prospero, 70enne, pensionato e la moglie 72enne.
Dopo aver malmenato e immobilizzato gli anziani, i malfattori hanno cercato oggetti di valore in tutta la casa riuscendo a trovare e portare via alcuni oggetti preziosi e denaro contante.
dopo il fatto i malviventi si sono dati alla fuga per le campagne circostanti l’abitazione. A distanza di qualche ora, in tarda serata, la malcapitata é riuscita a chiedere aiuto telefonando a un nipote, che ha chiesto l’intervento delle forze dell’ordine. Nunzio Prospero é stato rinvenuto morto,
la sua salma é stata portata all’obitorio per l’esame autoptico disposto dalla magistratura.

LAVEZZI, UN’ALTRA RAPINA: LADRI IN CASA A BUENOS AIRES. IL POCHO E YANINA GIÀ PARTITI

Non c’è pace per il povero Pocho Lavezzi: stavolta i ladri sono entrati in casa, a Pilar di Buenos Aires. Avrebbero aggirato le guardie giurate e, una volta nell’abitazione di Lavezzi avrebbero portato via una cassaforte che conteneva di sicuro dei soldi ma non se ne conosce l’entità. E poi elettrodomestici ed oggetti di valore. Il furto sarebbe stato commesso di mattina intorno a mezzogiorno: una stranezza come ha denunciato il papà di Yanina ai giornali argentini perché lui aveva lasciato l’abitazione che Lavezzi condivide con sua figlia solo per qualche ora in pieno giorno e nessuno ha visto nulla. Periodo sfortunato per il calciatore argentino: ha lasciato il Napoli per il Paris Saint Germain ma ha giocato poco a causa di due infortuni e fino all’altro giorno era proprio a Buenos Aires a casa sua, per curare i postumi di un problema agli adduttori.

20121018-082712.jpg

Scippo a Parigi per la compagna di Ibrahimovic. Helena Seger rapinata della borsa. Chissà se la fidanzata di Lavezzi ha pensato che Parigi è una città di m….

Certo non è iniziata bene l’avventura parigina di Zlatan Ibrahimovic: la sua compagna Helena Seger da poco all’ombra dell’Arco di Trionfo ha subito una rapina. L’ex modella svedese è stata infatti scippata da due malviventi che le hanno strappato la borsa che, a quanto sembra, conteneva alcune migliaia di euro in contanti.
Helena Seger stava uscendo da una boutique di una delle tante strade dove si trovano diversi negozi di lusso, quando è stata sorpresa da due ladri in scooter che le hanno strappato via la borsa, in pieno pomeriggio. Secondo il quotidiano Le Parisien Helena Seger, sotto shock ma non ferita, ha sporto denuncia. Insomma Parigi è una metropoli e per questo pericolosa. Ma chissà Yanina Screpante, la fidanzata di Lavezzi che dopo lo scippo del Rolex disse che Napoli è una città di m…., che cosa avrà pensato.

Rapine in villa a Bacoli e Poggiomarino: picchiate ed immobilizzate le vittime fra i quali dei bambini

È accaduto a nord e a sud di Napoli, a Bacoli, zona flegrea e a Poggiomarino. In tutti e due i casi i rapinatori sono entrati nell’abitazione, hanno preso in ostaggio i proprietari e le loro famiglie, li hanno picchiati ( a Poggiomarino hanno fatto sdraiare tre ragazzini fra i 10 e i 15 anni e gli hanno puntato le pistole alla testa) E li hanno derubati. A Bacoli i carabinieri hanno fermato un albanese di 21 anni, Ceni Drilon che vive a Caivano. Dopo aver effettuato alcuni riscontri, i militari dell’arma hanno sottoposto in visione alle vittime varie fotografie di personaggi dell’est europeo, dediti a questo tipo di crimine, e il 21enne è stato formalmente riconosciuto. A Poggiomarino indagano i carabinieri ma i ragazzini e i loro genitori tenuti in ostaggio la notte scorsa sono ancora sotto choc. I familiari ci hanno contattati per chiederci di mettere in luce questo fenomeno che si sta radicando anche al sud, anche in provincia di Napoli. Fenomeno fino a qualche tempo fa abbastanza raro.

Yanina Scripante, la fidanzata del Pocho Lavezzi, ha presentato la denuncia per la rapina subita

Yanina Scripante ha sporto regolare denuncia questa sera per la rapina subita sabato notte in via Petrarca quando due persone armate le hanno portato via il Rolex che aveva al polso. Un episodio che ha scatenato tante polemiche anche perché la fidanzata di Ezequiel Lavezzi, il Pocho, il calciatore che occupa un posto particolare nel cuore dei napoletani, aveva postato su Twitter la sua rabbia per quello che era successo, prendendosela in un primo momento con la città. Successivamente Yanina ha chiesto scusa ai napoletani: il mio è solo lo sfogo di una ragazza spaventata, Napoli è una gran bella città e poteva accadere dovunque quello che mi è capitato