Camorra, 21 arresti per le estorsioni a Ercolano. Nuove alleanza tra i clan Ascione Papale e Lago

Stavolta gli arresti fatti dai carabinieri per azzerare il racket delle estorsioni nella zona di Ercolano anno scoprire anche una curiosa alleanza: fra i clan della zona, cioè gli Ascione Papale ed i Lago, cosca della zona flegrea della città, un’alleanza nata per procacciare armi e killer da utilizzare nei confronti di un altro gruppo della zona costiero- vesuviana, e cioè gli Iacomino- Birra. Nella notte sono finite in manette 21 persone ritenute legate ai clan Ascione Papale e, appunto, Iacomino Birra, in lotta per il predominio degli affari illeciti a Ercolano , ritenute responsabili a vario titolo di associazione di tipo mafioso, estorsione, tentati omicidi e violazione alla Legge sulle armi aggravati dal metodo mafioso.
Le indagini sono state coordinate dalla Direzione Distrettuale Antimafia di Napoli e adesso bisognerà esplorare fino in fondo i nuovi scenari di alleanze ed intrecci con scambio di favori e di omicidi che hanno,permesso di svelare.

Camorra,Ercolano: in manette 41 presunti affiliati ai clan Ascione-Papale e Birra-Iacomino

5 diverse Ordinanze di custodia cautelare per avere ragione di due clan in lotta fra loro per il controllo degli affari illeciti a Ercolano. Le ordinanze sono state eseguite dai Carabinieri della Compagnia di Torre del Greco coordinate dai magistrati della DDA. nel corso delle indagini sono stati individuati gli autori di un omicidio(quello di Raffaele Filosa) ed è stato scoperto un tentato omicidio che non era mai stato denunciato.
Gli arrestati, tutti elementi di spicco dei clan “Ascione-Papale” e “Iacomino-Birra”, sono a vario titolo responsabili di associazione di tipo mafioso, estorsione, omicidio, violazione alla Legge armi, rapina e spaccio di droga.
Nel corso dell’operazione sono stati sottoposti a sequestro preventivo beni mobili e immobili per 10 milioni di euro.