Camorra, Casalesi: caccia a Michele Zagaria, arrestati 11 insospettabili che avrebbero dato appoggio ai latitanti

I carabinieri di Aversa hanno eseguito 11 ordinanza di custodia cautelare nei confronti di insospettabili fiancheggiatori di latitanti del clan dei Casalesi. Nel corso dell’operazione coordinata dalla DDA di Napoli sono state eseguite numerose perquisizioni fra Casal di Principe, Casapesenna, San Cipriano d’Aversa per cercare il superlatitante Michele Zagaria.

A Casal di Principe scritte a favore di Roberto Saviano sul muro dello stadio della città di Gomorra

Vuoi vedere che finalmente a Casal di Principe si registra un’inversione di tendenza? Sul muro di cinta dello stadio sono apparse delle scritte a favore dell’autore di Gomorra: W Saviano, 10-100-1000 Saviano. Una bella differenza con quelle apparse nel 2008 che erano contro lo scrittore costretto alla scorta dopo le minacce subite. Era ora.

CAMORRA, CASALESI: TRIPLICE OMICIDIO DI BUONANNO, MINUTOLO E PAPA FERMATI ROBERTO VARGAS, DELLA CORTE E PICCOLO. I CORPI A CASAL DI PRINCIPE

Fermati i presunti autori del triplice omicidio di Francesco Buonanno, Modestino Minutolo e Giovan Battista Papa: i tre erano scomparsi la settimana passata. venerdì i familiari presentarono la denuncia. Si era capito subito che si tarttava di un caso di lupara bianca. Il primo ad essere trovato è stato Francesco Buonanno: i Carabinieri trovarono il suo corpo sepolto in un frutteto a Frignano, l’indicazione del luogo da una donna straniera. Era stato prima tramortito con un copro contundente e poi ucciso con due colpi di pistola. Oggi è toccato agli altri due:
Modestino Minutolo e Giovan Battista Papa, erano lungo una scarpata, a pochi chilometri da Casal di Principe e da Villa di Briano, nel Casertano. Ci sono volute ore e l’aiuto dei vigili del fuoco per recuperare i corpi. I tre sarebbero stati uccisi per unr egolamento di conti interno al clan dei Casalesi. Carabinieri e Polizia hanno anche fermato tre presunti colpevoli, un fermo disposto dai magistrati della Direzione distrettuale antimafia che indagano proprio sui casalesi. Tra loro c’è Roberto Vargas, incensurato ma fratello di Pasquale, latitante di spicco del gruppo criminale.
Gli altri due sono Francesco Della Corte e Raffaele Piccolo.