Napoli, ancora atti di violenza nei confronti di due ragazzine minorenni

A Napoli nella zona dei Quartieri Spagnoli un ragazzo che ha compiuto 18 anni da pochi giorni ha dato fuoco al motorino della mamma della fidanzatina di soli 12 anni perchè si opponeva alla storia fra i due. Solo che l’incendio si è esteso anche ad altri motorini, si è levata una colonna di fumo nero e sono intervenuti i vigili del fuoco. Sempre a Napoli in un altro quartiere, al rione Don Guanella, un ventenne ha sequestrato in casa una ragazza di 17 anni “colpevole” di aver troncato la loro storia anche se incinta al settimo mese. Il giovane ha malmenato la ragazza, l’ha minacciata di morte qualora se ne fosse andata via. Il papá della giovane ha saputo dove si trovava sua filia, ha chiamato la polizia e la ragazza, in stato di choc e con il volto tumefatto è stata liberata. Il giovane, Mario Simonte, è stato arrestato. Ma quanto rimarrà in carcere? Sembra impossibile ma nell’era di Twitter e di Facebook ancora non si riesce davvero a tutelare le donne, in questo caso due ragazzine.

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterEmail this to someonePrint this page