Salviamo Maradona: dal web la mobilitazione per Diego, tartassato dal fisco che vuole più di 37 milioni. La soluzione ci sarebbe…

La mobilitazione dei tifosi è partita dal popolo di Facebook: un gruppo che si chiama “Salviamo Maradona” ha dato incarico all’avvocato Angelo Pisani di “Noi consumatori” di trovare una soluzione. Facile a dirsi…ma si tratta di ben 37 milioni , 260 mila euro e qualche spicciolo. Di questi solo poco più di 13 milioni sono di tasse, per il resto si tratta di interessi. Per Pisani ci sono stati dei difetti nella procedura ed il debito potrebbe essere risolto. Persino il sequestro dell’orecchino e dell’orologio di Diego Armando Maradona, finiti all’asta grazie ad inflessibili esattori delle tasse, non si poteva fare! Se così fosse Maradona il 30 ottobre potrebbe festeggiare a Napoli, al San Paolo, i suoi 50 anni e chissà …magari pensare a tornare da queste parti come aveva detto durante il Mondiale. Come allenatore del dopo Mazzarri… “Sarebbe davvero bello, dice l’avvocato Pisani, e mi piacerebbe dargli una mano. Io sono qui, pronto ad aiutarlo: la soluzione c’è”. Equitalia, la società che cura la riscossione coatta delle tasse è di avviso diverso:in una nota scritta l’altro giorno ha ribadito che i soldi che l’argentino deve al Fisco dal lontano 1988 , li deve a tutti i cittadini italiani, quindi dive pagare. Come finirà?

Una risposta a “Salviamo Maradona: dal web la mobilitazione per Diego, tartassato dal fisco che vuole più di 37 milioni. La soluzione ci sarebbe…

I Commenti sono chiusi.