CASERTA, FERMATI PER UN CONTROLLO PICCHIANO GLI AGENTI E AD UNO DI LORO CON UN MORSO STACCANO MEZZO DITO

Con un morso ha staccato la falange dell’indice della mano destra ad un agente di polizia così adesso Vincenzo Cannavale, 34 anni, è finito in carcere con l’accusa di violenza, resistenza e lesioni a pubblico ufficiale.Cannavale, pregiudicato, era stato fermato con Angela Nigro 23 anni, pure lei già conosciuta alle forze di polizia, che ha rotto il setto nasale all’altro poliziotto delal pattuglia nel centro storico di Caserta.I due erano stati fermati da agenti del Reparto Prevenzione Crimine ‘Emilia Romagna Orientale Bologna’ per un controllo.
Cannavale, nel tentativo di sfuggire alla polizia, ha dato un morso all amano di uno dei poliziotti , la donna con un corpo contundente ha provocato la frattura del setto nasale all’altro agente. Il pregiudicato, che ha tra l’altro minacciato di morte gli agenti dicendo di essere imparentato con affiliati al clan camorristico dei Casalesi, prima di essere ammanettato ha anche
colpito con una bottiglia al capo un altro poliziotto della questura di Caserta. I due sono stati arrestati con l’accusa di violenza, resistenza e lesioni a pubblico ufficiale e sono stati
rinchiusi nel carcere di Santa Maria Capua Vetere