Yanina Scripante, la fidanzata del Pocho Lavezzi, ha presentato la denuncia per la rapina subita

Yanina Scripante ha sporto regolare denuncia questa sera per la rapina subita sabato notte in via Petrarca quando due persone armate le hanno portato via il Rolex che aveva al polso. Un episodio che ha scatenato tante polemiche anche perché la fidanzata di Ezequiel Lavezzi, il Pocho, il calciatore che occupa un posto particolare nel cuore dei napoletani, aveva postato su Twitter la sua rabbia per quello che era successo, prendendosela in un primo momento con la città. Successivamente Yanina ha chiesto scusa ai napoletani: il mio è solo lo sfogo di una ragazza spaventata, Napoli è una gran bella città e poteva accadere dovunque quello che mi è capitato

Il Pocho Lavezzi, la fidanzata Yanina, i Rolex, l’asado e Twitter

E’ andata a finire con una riunione conviviale all’asado argentino nella bella casa del Pocho Lavezzi a Posillipo: dopo la disavventura della fidanzata Yanina Scripante, rapinata a mano armata del Rolex che aveva al polso domenica notte a via Petrarca, le immancabili polemiche. Provocate dalle frasi che la ragazza avrebbe postato su Twitter, post poi tolti dal social network, frasi contro la città, Yanina avrebbe anche scritto “se mi succede qualcosa il Pocho se ne va”. Lo sfogo di una ragazza impaurita che però dopo qualche ora e mille polemiche sul web si è scusata con i napoletani. Avrei detto lo stesso anche se mi fosse accaduto in Argentina, io amo Napoli che è una gran bella città. Ci è voluto l’arrivo del fidanzato da Bergamo per mettere tutto a posto e ridare il sorriso a Yanina. Una seduta d’allenamento leggera e poi con tutti i compagni a casa a mangiare l’asado…E pensare che a metá della settimana passata Lavezzi aveva potuto recuperare una decina di suoi orologi importanti nella sede della Dia di Napoli: erano lì perché sequestrati a Marco Iorio. Lavezzi – come è stato confermato dagli inquirenti- aveva affidato all’amico Marco Iorio gli orologi perché glieli custodisse quando non c’era.