Casalesi, la nuova frangia di Villa Literno si è costituita nel carcere di Melfi

Tutto ha avuto inizio quando in due si sono presentati a chiedere il pizzo ad un imprenditore edile in nome di Massimo Ucciero, antagonista dei “bidognettiani” nella galassia dei Casalesi: i carabinieri di Caserta hanno dato il via alle indagini da quest’episodio ed hanno scoperto che un nuovo gruppo si era costituito sulle ceneri del clan Tavoletta nella zona di Villa Literno. Primi accordi nel carcere di Melfi, Potenza.