Camorra e racket: blitz dei Carabinieri nel Napoletano. Arrestati elementi del clan Crimaldi

Nel mirino avevano soprattutto imprese edili e per farsi pagare non esitavano a fare minacce gravi.
I Carabinieri della Compagnia di Castello di Cisterna, Napoli, coordinati dai magistrati della Direzione distrettuale antimafia, hanno arrestato 8 persone ritenute responsabili, a vario titolo, di associazione per delinquere di tipo mafioso, estorsione, lesioni personali e incendio aggravati dal metodo mafioso.
Tra gli arrestati elementi di spicco del clan camorristico dei “Crimaldi” operante ad Acerra (Na), nel napoletano, per il controllo degli affari illeciti.

CASTELLAMMARE DI STABIA, ARRESTATO DAI CARABINIERI MICHELE SPERA PER ESTORSIONE. SAREBBE LEGATO AL CLAN D'ALESSANDRO. IL VIDEO

I carabinieri del Nucleo investigativo di Castello di Cisterna oggi pomeriggio, a Castellammare di Stabia, hanno arerstato, in flagranza di reato, Michele Spera, classe 1979, pregiudicato, considerato elemento di spicco del clan camorristico D’Alessandro, che opera nella zona stabiese e nei comuni vicini , con l’accusa di tentata estorsione ai danni di un grosso commerciante della zona. Il pregiudicato aveva chiesto al commerciante, a titolo estorsivo, il pagamento di una somma di denaro, ( “per i ragazzi di Scanzano”, diceva) da quantificare per poter continuare tranquillamente la sua attività .