Maradona esonerato dall’Al Wasl. Aveva chiesto agli arabi rinforzi per la squadra

L’Al Wasl ha esonerato Diego Armando Maradona e lo ha comunicato attraverso Twitter: “Il consiglio di amministrazione ha deciso nella sua riunione odierna di prescindere dai servizi della squadra tecnica presieduta dall’allenatore argentino Diego Armando Maradona”, così è scritto nella nota diffusa via Twitter. Già si era parlato di divorzio fra Maradona e gli arabi subito dopo la chiusura del campionato finito all’8. posto, ma era tutto rientrato e l’allenatore era tornato a chiedere rinforzi per la squadra. Maradona a maggio dello scorso anno aveva firmato un contratto di due anni.

Dubai, El Kun Aguero segue l’Al Wasl, la squadra di Maradona, suo suocero

Sergio Aguero subito dopo la festa per lo scudetto del Manchester è volato a Dubai per festeggiare il compleanno della sua compagna, Gianina, la figlia di Diego Armando Maradona che è il 17 maggio. Aguero ha assistito alla partita dell’Al Wasl, la squadra allenata dal suocero che ha pareggiato in una partita finita ai supplementari. Maradona aveva deciso di non partire per l’Italia dopo che Equitalia ha respinto la richiesta di mediazione presentata per conto del campione argentino da Italia Mediazione per risolvere in pace il contenzioso con i Fisco italiano. Adesso si deciderà in aula dove Maradona è difeso dall’avvocato Angelo Pisani il quale sostiene che l’ex Pibe de Oro non deve niente al fisco italiano dopo che nel ’94, in Tribunale, è stato respinto il ricorso dell’Agenzia delle Entrate contro il Napoli e i suoi calciatori.

20120515-203149.jpg
Aguero a Dubai, sugli spalti. Foto pubblicata dall’Al Wasl su Twitter