Camorra e racket: blitz dei Carabinieri nel Napoletano. Arrestati elementi del clan Crimaldi

Nel mirino avevano soprattutto imprese edili e per farsi pagare non esitavano a fare minacce gravi.
I Carabinieri della Compagnia di Castello di Cisterna, Napoli, coordinati dai magistrati della Direzione distrettuale antimafia, hanno arrestato 8 persone ritenute responsabili, a vario titolo, di associazione per delinquere di tipo mafioso, estorsione, lesioni personali e incendio aggravati dal metodo mafioso.
Tra gli arrestati elementi di spicco del clan camorristico dei “Crimaldi” operante ad Acerra (Na), nel napoletano, per il controllo degli affari illeciti.

Acerra, Napoli: arrestato un giovane che ha ucciso il padre a coltellate dopo una lite

E’ accaduto dopo un ennesimo litigio la notte passata, ad Acerra: un giovane di 21 anni, Francesco Bonavolontà,  è stato arrestato dai carabinieri con l’accusa di aver ucciso suo padre Mauro, 42 anni. Il delitto  è avvenuto durante una lite scoppiata per futili motivi e per ripetuti dissidi familiari. Il giovane avrebbe accoltellato al petto il padre e poi si è dato alla fuga. E’ stato rintracciato dopo poco nelle vicinanze di Piazza Castello ed è stata rirovata anche l’arma del delitto, un coltello, che era stato gettato in un tombino poco distante dall’abitazione.