Napoli, il cane Pocho della Polizia scopre una piantagione di marijuana

Grazie al cane poliziotto “Pocho”, gli agenti del Commissariato di Polizia San Ferdinando, Napoli, hanno denunciato in stato di libertà un uomo e suo figlio.
I poliziotti stavano svolgendo delle indagini nel quartiere napoletano quando sono stati colpiti da un forte odore simile a quello della marijuana. Hanno quindi chiesto l’intervento del 10° Reparto Cinofili di Napoli che ha inviato sul posto il noto Jack Russel.
Pocho si è messo subito al lavoro e in pochi attimi ha individuato l’origine del forte odore: due appartamenti del primo piano di un vicino edificio.
Gli agenti hanno quindi atteso l’arrivo degli occupanti: padre e figlio e a seguito della perquisizione dell’abitazione del figlio, hanno rinvenuto un contenitore in plastica per alimenti con foglie e piantine fresche di marijuana ed uno scatolone con 7 bustine in cellophane trasparente contenenti foglie essiccate e triturate di marijuana.
Nell’appartamento del padre è stata trovata una serra artigianale adibita alla coltivazione di tre piante di marijuana alte circa 50 centimetri. La piccola serra, allestita in modo da riprodurre fedelmente le caratteristiche climatiche della zona geografica di origine della marijuana, era corredata da una lampada e da un aeratore.

20140213-193810.jpg

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterEmail this to someonePrint this page

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *