Camorra, in manette gli estorsori dei clan Cuccaro- Aprea e Guarino-Celeste. In precedenza era stato sequestrato il Giglio della Festa

A Napoli, nel quartiere di Barra i Carabinieri della Compagnia di Torre del Greco con i colleghi di Torre Annunziata hanno dato esecuzione a 12 ordinanze di custodia cautelare in carcere, emesse dal GIP di Napoli su richiesta della Direzione Distrettuale Antimafia partenopea nei confronti di appartenenti ai clan camorristici “Cuccaro-Aprea” e “Guarino-Celeste”, attivi nell’area di Napoli – quartiere Barra – e nel comune di Cercola (NA), per usura ed estorsione commessi con l’aggravante del metodo mafioso.
L’indagine avviata grazie alla denuncia sporta dal titolare di una attività commerciale, ha consentito di svelare una serie di episodi di usura e attentati intimidatori, anche con il lancio di bottiglie molotov, di chiara matrice mafiosa, ovvero pressioni esercitate nei confronti della vittima dai creditori e da altri soggetti affiliati o contigui alla camorra, per ottenere la restituzione delle somme concesse in prestito e dei relativi interessi. Questo provvedimento arriva dopo una serie di sequestri fra i quali quello del “Giglio insuperabile” preparato per la festa dei gigli di a Barra e riconducibile al clan Cuccaro.

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterEmail this to someonePrint this page

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *