Salerno, 50 tonnellate fra astici, orate, capitoni e frutti di mare sequestrati dal NAS con torroni e roccocò

I Carabinieri del Nas di Salerno dopo un’ispezione presso un deposito all’ingrosso di pesce, hanno sottoposto a sequestro preventivo 50 tonnellate tra astici, anguille, orate, capitoni e mitili di ignota provenienza, rinvenuti in cattivo stato di conservazione, congelati in acqua di mare e con data di scadenza ampiamente superata nonché l’intera struttura. Lo stesso Nucleo ha sequestrato 15 tonnellate di dolci tipici delle festività natalizie (tra cui mostaccioli, roccocò, cioccolatini, torroncini, lupini, castagne e fichi secchi) e materie prime in cattivo stato di conservazione, insudiciate e prive di rintracciabilità, provvedendo al sequestro o alla chiusura sanitaria di 4 aziende dolciarie per gravi irregolarità igienico sanitarie

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterEmail this to someonePrint this page