30 anni all’assassino di Emiliana Femiano,Luigi Faccetti. Soddisfatta la mamma della giovane napoletana

L’assassino di Emiliana Femiano, Luigi Faccetti, è stato condannato a 30 di reclusione con rito abbreviato dal Tribunale di Latina. Faccetti il 22 novembre 2010 a Terracina, massacrò la giovane 25 enne con 87 coltellate.
Faccetti aveva già tentato di ucciderla un anno prima con 14 coltellate, condannato in primo grado a otto anni per tentato omicidio, dopo pochi mesi gli vennero concessi i domiciliari.
Sconto che il Tribunale del Riesame, non voleva che gli fosse concesso, considerando Luigi Faccetti un soggetto pericoloso e in grado di poter reiterare il reato, ed è proprio quello che è successo dopo un anno. Uno striscione esposto davanti al Tribunale, con su scritto “Non uccidetela ancora”.
A chiedere giustizia e una pena esemplare ieri a Latina l’associazione onlus Campania in Movimento che insieme ai familiari ha dato vita ad un sit-in per ricordare Emiliana. E così ê stato perché 30 anni è il massimo della pena per chi sceglie il rito abbreviato. La mamma di Emiliana si è detta soddisfatta perchè – ha detto- ill giudice ha capito che si trattava di una persona cattiva.

20111216-180850.jpg

20111216-180859.jpg

20111216-180907.jpg

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterEmail this to someonePrint this page