Blitz della Dia: sequestrati alcuni ristoranti del lungomare, indagato Vittorio Pisani, capo della Mobile di Napoli

100 milioni di euro di beni sequestrati,società e immobili a Napoli, a Ischia e in molte altre località . Nel mirino della DDA che ha coordinato l’operazione della Dia i ristoranti della catena Pizza Margherita che sarebbero collegati alla famiglia Potenza. Sequestrate anche le quote del ristorante di Fabip Cannavaro che però non è indagato. Terremoto in Questura dove risulta indagato il Capo della Squadra Mobile di Napoli Vittorio Pisani,accusato di favoreggiamento dopo quanto dichiarato dal boss Salvatore Lorusso,oggi collaboratore di giustizia. Varicordato che Il superpoliziotto ha arrestato numerosi personaggi di spicco della camorra tanto da meritare una serie di encomi.

Blitz della Dia a Napoli, 15 arresti, 100milioni di euro sequestrati. Sigilli a pizzerie e ristoranti del lungomare

Quindici persone arrestate, 100 milioni di beni sequestrati 30 dei quali in contanti. L’operazione prende il via dal sequestro fatto a Mario Potenza, un ex contrabbandiere di Santa Lucia nella cui casa furono trovati soldi nascosti per quasi 10 milioni di euro. A contribuire all’operazione Megaride degli uomini della Dia di Napoli guidati dal Capo centro Maurizio Vallone e coordinati dai magistrati della DDA di Napoli un importante collaboratore di giustizia, Salvatore Lorusso. Tra i beni sequestrati molti ristoranti e pizzerie del lungomare partenopeo.

20110630-075142.jpg

20110630-075214.jpg

Aversa, appello dei familiari per ritrovare Raffaele Caserta: da lunedì ha fatto perdere le sue tracce

Raffaele Caserta, 46enne di Aversa da lunedì mattina ha fatto perdere le sue tracce.
Al momento della scomparsa indossava una polo rosa,un bermuda bianco e blu e delle scarpe di ginnastica bianche e blu.
Le ultime notizie dei familiari risalgono a lunedì scorso (27 giugno) quando, dopo aver accompagnato la figlia a scuola, ha lasciato la propria auto, aperta, e con le chiavi inserite nel cruscotto parcheggiata a Teverola.
Da quale momento non si hanno più sue notizie. Chiunque dovesse avere notizie può rivolgersi alla Stazione dei Carabinieri di Aversa (081 8901010 oppure 081 8902280) o al Nucleo Comunale di protezione Civile di Aversa (340 8201433) che stanno lavorando per il ritrovamento.

20110629-035424.jpg

Camorra, Casalesi, 10 fermi eseguiti dalla Dia nei confronti del gruppo Schiavone- Russo. È l’operazione Highlander

Sono dieci i fermi eseguiti dagli uomini della Dia di Napoli guidati dal Capo Centro Maurizio Vallone e coordinati dai magistrati della DDA che si occupano del clan dei Casalesi: si tratta di quello che resta del gruppo Schiavone Russo. Fra i fermati i congiunti di Peppe Russo detto ‘o padrino e cioè suo fratello Franco ed altri familiari. Russo è il marito della sorella di Nicola Cosentino

Calcio: Hamsik Core ‘ngrato o traduzione sbagliata? Resta al Napoli o va al Milan?

L’interrogativo di fine giugno è proprio questo: va o resta Marek Hamsik? Per i napoletani sarebbe un vero tradimento? O sono già preparati i tifosi ad una partenza dello slovacco? Qui nel golfo c’è già chi ipotizza uno scambio fra Marechiaro (a proposito ma come lo chiamerebbero all’ombra della Madonnina? Marunnino?) e il giovane talentuoso El Sharaawi, appena arrivato in casa rossonera, e chi crede ancora nell’arrivo di Sanchez, complice una cena in barca di De Laurentiis e Pozzo al largo di Capri. Per i tifosi intanto l’importante è blindare almeno Lavezzi e Cavani. Quanto a Gargano per il presidente azzurro non andrà mai all’Atalanta dove c’è Marino.

Gragnano, scoperta una piantagione di cannabis: cresceva rigogliosa su un’area demaniale

C’é voluto l’elicottero dei Carabinieri per scoprire le piantagioni di Cannabis indica che crescevano rigogliose su un’area demaniale a Gragnano, in mezzo ad una fitta vegetazione boschiva sulle pendici del monte muto, in località Casarossa.
Così i carabinieri della locale stazione con collegherei colleghi del 7° nucleo elicotteri di Pontecagnano, Salerno hanno scoperto 9 piantagioni di cannabis indica composte da 520 piante di altezza variabile da 1,5 a 2,5 metri e del peso complessivo di circa 500 chilogrammi.
le piantagioni, distanti tra loro alcune decine di metri. Le piante sono state estirpate, campionate e poste sotto sequestro in attesa delle autorizzazioni per la distruzione.

20110624-095730.jpg

sant’Arpino: Elpidio Ianniciello e il suo aggressore erano nella stessa squadra di calcio. Grave Giulio Iorio

Elpidio Ianniciello aveva rimproverato T.R., 19 anni, di Grumo Nevano perchè si era fatto espellere durante la partita amatoriale fra Street Boys e White Angels. Tutto è accaduto dopo la partita: Elpidio, 24 anni, era con Iorio, 22 anni, quando un gruppo di ragazzi li ha aggrediti. Uno di questi ha tirato fuori un coltello ed ha clpito i duegiovani. E’ stato identificato dai poliziotti di Aversa che hanno scoperto che il ragazzo aveva un Daspo, non poteva entrare allo Stadio, perchè violento. Iorio è in prognosi riservata.